Morte Astori, tre rinvii a giudizio. L’accusa: falso certificato medico

Devi Leggere

È stata fissata il 16 dicembre la prima udienza del processo per Giorgio Galanti, Loira Toncelli e Pietro Amedeo Modesti a conclusione del nuovo filone d’indagine. Il falso sarebbe relativo a un esame di approfondimento per osservare le risposte del muscolo cardiaco

Tre medici sono stati rinviati a giudizio Nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di Davide Astori con l’ipotesi di reato di falso, a conclusione del filone d’indagine sul certificato medico. Vanno a processo con questa accusa il professor Giorgio Galanti, direttore della Medicina dello sport dell’Aou di Careggi, già condannato a un anno per omicidio colposo del calciatore nel maggio 2021, il medico dello sport Loira Toncelli e Pietro Amedeo Modesti, succeduto nell’incarico a Galanti e accusato di distruzione di atto vero.

Il nodo—  

La prima udienza del processo è fissata per il 16 dicembre 2022. L’accusa punta sulla presunta falsificazione di un certificato medico per un esame a cui il giocatore, trovato senza vita il 4 marzo 2018 nella sua camera di albergo a Udine dove era in trasferta con la Fiorentina, in realtà non sarebbe mai stato sottoposto. Loira Toncelli, collaboratrice di Galanti, avrebbe falsificato il certificato relativo allo ‘strain’, un esame di approfondimento eseguito per osservare le risposte del muscolo cardiaco. “Sono convinto – afferma il difensore di Galanti, avvocato Sigfrido Fenyes – dell’assoluta irrilevanza penale del fatto, il gip ha ritenuto necessario approfondire la vicenda in sede di dibattimento, e noi lo affronteremo con le nostre ragioni”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie

Altre Notizie Vome Questa