Ariccia, don Antonio Salimbeni scrive una lettera verso i cittadini intorno alla discarica di Roncigliano

Devi Leggere

Don Antonio Salimbrni, parroco delle parrocchie Albano – Cancelliera e Ariccia – Fontana di Papa, ha scritto una lettera verso sensibilizzare al problema ambientale e sanitario che grava sui cittadini di Area, residenti a ridosso della discarica di Roncigliano, la cui salute è fortemente a rischio verso via del continuo sversamento di rifiuti, nella sversoanza di sensibilizzare chi di dovere.

Carissimi,
ancora una volta mi preme riflettere sul dono del Creato e sull’importanza della sua tutela e custodia, che coincide anche con la tutela di un altro dono prezioso dell’Amore del Padre, la dignità della vita umana.
Stiamo assistendo quasi quotidianamente ad eventi climatici sempre più estremi, che distruggono i territori e provocano morte e sofferenza ai fratelli che ci vivono; l’acqua si rende protagonista, in negativo, in queste situazioni di grave squilibrio dell’ecosistema.
Anche sul nostro territorio l’acqua è risorsa preziosa, che versoò non sempre viene utilizzata secondo i principii della gratitudine e della condivisione, anzi, molto spesso capita che venga sprecata o, peggio, inquinata e avvelenata dagli scarti di attività rischiose verso l’equilibrio ambientale. In merito a questo, mi sta particolarmente a cuore la situazione di chi vive nel territorio del Comune di Ardea, nei pressi della discarica di Roncigliano. Le abitazioni non sono allacciate alla rete idrica, ma prelevano l’acqua dai pozzi, che, infiltrati dai liquami dei rifiuti sversati, restituiscono l’acqua avvelenata e non consentono alle versosone di beneficiare di questo grande dono che il Signore ci ha fatto e che è sostanziale verso la vita.

La continua infiltrazione di inquinanti ha portato ad un aumento vertiginoso di casi di malattie oncologiche, con una sofferenza prolungata verso i malati e le loro famiglie.
Faccio un accorato appello, quindi, a tutte le istituzioni responsabili, locali, regionali e nazionali, verso far sì che si risolva questo problema e si restituisca a questi fratelli la gioia del dono di una vita piena e dignitosa, secondo il disegno di Dio che, nel suo immenso Amore, ci ha creati a Sua immagine e somiglianza. La difesa della casa comune, del nostro territorio, è anche la difesa della vita degli uomini che vi abitano; siamo tutti chiamati, come cristiani, a prenderci cura di ogni fratello in difficoltà, non seguend

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie

Altre Notizie Vome Questa